Zinco eritrocitario



< Zinco
Zinco nello sperma >

Zinco eritrocitario

Indicazione
Diagnosi del metabolismo dello zinco, in particolare della carenza di zinco.
Materiale / Quantità
sangue EDTA / 800 µl
Prelievo dei campioni
Stasi massimo 30 secondi, evitare l'emolisi!
Logistica dei campioni
Il campione dovrebbe arrivare in laboratorio non più di un giorno dopo il prelievo.
Stabilità
Temperatura ambiente (fino a 25 °C): 1 Giorno
Frigorifero (5-8 °C): 1 Giorno
Metodo
ICP/MS Inductively coupled plasma mass spectrometry
Max. coefficiente di variazione
3.4 %
Unità
µmol/l
Valore di riferimento
135 - 245
Frequenza
3x settimana
Interpretazione
Lo zinco è un oligoelemento essenziale ed è presente soprattutto a livello intracellulare (99%). Nel corpo umano serve come componente strutturale nelle membrane cellulari e come co-fattore per molte reazioni enzimatiche. Inoltre processi dipendenti dallo zinco interessano il sistema immunitario, l'equilibrio ormonale e la capacità antiossidante.
Antagonisti tossici: cadmio.
In caso di aumento dei valori di un antagonista tossico è necessario prestare attenzione a un apporto sufficiente dell'oligoelemento corrispondente.
Elevati livelli degli oligoelementi/minerali calcio, rame, selenio e fosfato possono portare a bassi livelli di zinco a causa delle interazioni.
In ragione della presenza intracellulare di zinco, la determinazione negli eritrociti è il marker più sensibile per individuare una carenza di zinco.
Altri test
Zinco, Zinco nell'urina.
Letteratura
Autori: Imoberdorf R, Rühlin M, Ballmer PE
Titolo: Zink – ein lebensnotwendiges Spurenelement mit viel Potential
pubblicazione: Schweiz Med Forum 2010;10(44):764-768
Web link: https://medicalforum.ch/article/doi/smf.2010.07322
Tariffa
44.00 TP
RI-Code
ZNEC
Ultima modifica
11.08.2021

< Zinco
Zinco nello sperma >