Cromo



< Cristalli nella paracentesi
Cromo urinario >

Cromo

Sinonimo
Cr
Indicazione
Calcolo del carico di cromo, anche per portatori d'impianti.
Materiale / Quantità
sangue EDTA / 300 µl
Stabilità
Temperatura ambiente (fino a 25 °C): 7 Giorni
Frigorifero (5-8 °C): 14 Giorni
Congelato (-20 °C): 12 Mesi
Metodo
ICP/MS Inductively coupled plasma mass spectrometry
Max. coefficiente di variazione
4.7 %
Unità
nmol/l
Valore di riferimento
Valore di riferimento
< 13.5

Per i pazienti con protesi dell'anca in lega di cromo e cobalto, la concentrazione ematica di questi metalli si riscontra spesso nell'intervallo 1-3 ppb (1 - 3 µg/l; Chrom: 19 - 57 nmol/l; Cobalt 17 - 51 nmol/l), con tasso leggermente aumentato rispetto alla popolazione normale non esposta. La società britannica Medicines and Healthcareproducts Regulatory Agency (MHRA) pone come concentrazione massima accettabile per questi pazienti il valore di 7 ppb (7 µg/l; Chrom 134.5 nmol/l; Cobalt: 119 nmol/l).
Frequenza
2x settimana
Nota
Nei diabetici trattati con insulina, nell'urina si osservano livelli di cromo superiori di 2-3 volte nell'urina e di 3.5 volte nel plasma. I pazienti dializzati presentano livelli di cromo da 10 a 14 volte superiori nel sangue.
Interpretazione
"Il cromo (III) è un oligoelemento essenziale e contribuisce a regolare l'assunzione di glucosio nel corpo. La carenza di cromo può portare a disturbi della tolleranza al glucosio e causa insulinoresistenza. Il cromo (VI) al contrario ha effetti tossici sul corpo umano.
Aumento del fabbisogno di cromo (III) in caso di:
- Diabete mellito
- Stress
- Infezioni
- Intensa attività sportiva
- Nutrizione parenterale
- Gravidanza
- Malassorbimento
Elevati livelli degli oligoelementi/minerali calcio, zinco e manganese possono portare a bassi livelli di cromo (III) a causa delle interazioni."
Il cromo è un componente di molte endoprotesi e impianti. A causa dell'abrasione e della corrosione di questo metallo in protesi metalliche, in tali pazienti spesso si misurano già livelli di cromo superiori rispetto alla popolazione normale. La Società svizzera di ortopedia e traumatologia (SGOT) raccomanda controlli regolari per pazienti con coppie articolari in metallo. Un controllo annuale è raccomandato nel caso di protesi con diametro importante della testa (> 36 mm) e impianti sostitutivi di protesi d'anca di superficie.
L'esame del sangue registra sia il cromo (III) sia il cromo (VI). Trova applicazione soprattutto nella valutazione del carico di cromo in pazienti con impianti. L'esame del siero dà indicazioni sull'apporto di cromo (III). Dall'esame parallelo del sangue (cromo (III) + cromo (VI)) e del siero (solo cromo (III)) è possibile valutare il carico di cromo (VI). Questo tuttavia può essere determinato anche direttamente negli eritrociti. L'esame delle urine (registra sia il cromo (III) sia il cromo (VI)) fornisce informazioni sull'attuale carico di cromo.
Altri test
Cromo nel siero, cromo nelle urine, cromo (VI) negli eritrociti.
Letteratura
Autori: Claudia Schroeder
Titolo: Problematik, Klinik und Beispiele der Spurenelementvergiftung - Chrom
pubblicazione: Toxichem Krimtech 2016;83(2):79
Web link: https://www.gtfch.org/cms/images/stories/media/tk/tk83_2/Sch[...]_2016-04-19.pdf

Autori: Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks
Titolo: The safety of Metal-on-Metal joint replacements with a particular focus on hip implants
Web link: http://www.swissorthopaedics.ch/images/content/fachbereiche/[...]2014English.pdf
Tariffa
105.00 TP
RI-Code
CRVB
Ultima modifica
22.04.2020

< Cristalli nella paracentesi
Cromo urinario >