Elettroforesi proteica



< Elettroforesi della fosfatasi alcalina (isoenzimi)
Elettroforesi proteica urinaria >

Elettroforesi proteica

Indicazione
Gammopatie monoclonali; diagnosi e controllo di infiammazioni acute e croniche, processi maligni, epatopatie, carenza e perdita di proteine, carenza di anticorpi.
Parametri d'analisi
Proteine-Frazione, Proteine totali
Materiale / Quantità
siero / 100 µl

Stabilità
Temperatura ambiente (fino a 25 °C): 1 Giorno
Frigorifero (5-8 °C): 7 Giorni
Congelato (-20 °C): 1 Mese
Metodo / Produttore
Elettroforesi capillare / Sebia
Frequenza
Giornaliera (durante gli orari di apertura)
Interpretazione
In caso di carenza o perdita di proteine, i livelli di albumina sono bassi; in caso di processi maligni e infiammatori con aumento delle globuline è prevista spesso, anche a livello normativo, una riduzione in modo che il totale complessivo delle proteine resti invariato. Una frazione albuminica con doppio picco rimanda a una bisalbuminemia (clinicamente senza significato).
Le alfa-1 e le alfa-2 globuline contengono proteine di fase acuta. Incremento fisiologico delle frazioni alfa in gravidanza e in caso di assunzione di contraccettivi ormonali. In caso di deficit alfa-1-antitripsina la frazione delle alfa-1 globuline è spesso ridotta.
Le betaglobuline contengono la proteina di fase acuta CRP, il complemento C3/C4 e il fibrinogeno (frazione beta 2), ma anche la proteina "di fase anti-acuta" transferrina (frazione beta 1, spesso ridotta in caso di infiammazione acuta), oltre a mopessina, microglobulina beta 2 e una componente minore di immunoglobulina.
Si riscontra un aumento della frazione beta in seguito a infezioni acute, in presenza di infiammazioni croniche, anemia da carenza di proteine e di paraproteinemia (gradiente M) nelle betaglobuline; aumenta anche durante la gravidanza e in caso di utilizzo di contraccettivi ormonali. Una frazione troppo bassa delle betaglobuline può portare a una riduzione della transferrina e a un deficit dell'IgA.
Le gammaglobuline contengono gran parte delle immunoglobuline. Aumentano in caso di processi immunoreattivi con una maggiore formazione di immunoglobulina: stadio avanzato di infiammazioni acute, infiammazioni subacute/croniche, parziale neoplasie maligne, virus dell'epatite, epatite cronica attiva; aumento su base ampia in caso di cirrosi epatica. Picchi su base ridotta delle gammaglobuline e betaglobuline (gradiente M) indicano una gammopatia monoclonale (eseguire ulteriori accertamenti in caso di immunofissazione!). Si riscontra una frazione di gammaglobuline ridotta in caso di deficit degli anticorpi.
Letteratura
Autori: Rajkumar SV, Kumar S
Titolo: Multiple Myeloma: Diagnosis and Treatment.
pubblicazione: Mayo Clin Proc. 2016 Jan
Web link: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5223450/pdf/nih[...]nihms739329.pdf
Tariffa
2.50 TP, 31.00 TP
RI-Code
CEIEL
Ultima modifica
14.11.2020

< Elettroforesi della fosfatasi alcalina (isoenzimi)
Elettroforesi proteica urinaria >