Fattore V di Leiden



< Fattore V
Fattore VII >

Fattore V di Leiden

Sinonimo
FV G1691A, Fattore V.
Indicazione
Rischio aumentato di tendenza alla trombosi (trombofilia).
Materiale / Quantità
sangue EDTA / 2000 µl
Stabilità
Temperatura ambiente (fino a 25 °C): 4 Settimane
Frigorifero (5-8 °C): 12 Mesi
Metodo / Produttore
PCR / Roche
Frequenza
1x settimana
Interpretazione
Gene non mutato: Il rischio relativo di trombosi non è aumentato in questo genotipo (F5:c.1601G=, p.Arg534=).
Mutazione eterozigote: Il rischio relativo di trombosi è aumentato di 3-8 volte in questo genotipo (F5:c.1601G>A het, p.Arg534Gln het).
Mutazione omozigote: Il rischio relativo di trombosi è aumentato di 9-80 volte in questo genotipo (F5:c.1601G>A homo, p.Arg534Gln homo).
Altri test
Fattore II (protrombina)
Letteratura
Autori: F. R. ROSENDAAL P. H. REITSMA
Titolo: Genetics of venous thrombosis
pubblicazione: Journal of Thrombosis and Haemostasis
Web link: https://doi.org/10.1111/j.1538-7836.2009.03394.x
Tariffa
61.00 TP, 93.00 TP
RI-Code
APCP
Ultima modifica
01.02.2019

< Fattore V
Fattore VII >